GIOCHI DI FORMA E STRUTTURA

Patricia Urquiola seduce con forme dolci e forte percettibilità tattile.

Quando Keramik Laufen si è rivolta alla designer Patricia Urquiola, l'attenzione era focalizzata sull'esplorazione di nuovi spazi formali per l'utilizzo di SaphirKeramik nella zona lavabo: lontano dalla gamma di forme tradizionali della ceramica per bagno. Ne è nata la collezione per bagno «Sonar», che ha convinto fin dal momento del lancio con una nuova tipologia di lavabi. Vi si aggiungono ora ulteriori varianti nonché alcuni WC, un bidet, una vasca da bagno ed una serie di mobili per bagno dedicati.

 

Forma a D 

Patricia Urquiola è considerata una delle designer più eminenti del decennio. Per «Sonar» ha scelto una forma inconsueta: la «D», in parte con frontale smussato e una trama tridimensionale sul lato esterno. La struttura della superficie richiama le onde sonore che si espandono nell'acqua e che hanno dato il nome al prodotto. La SaphirKeramik era predestinata a sovvertire i canoni tramandati: ad esempio con un doppio lavabo la cui larghezza di 100 cm è uguale a quella dei lavabi convenzionali. O un lavabo a pavimento interamente in ceramica che con una superficie di base minima copre tutti gli attacchi. O un lavabo con bacinella larga solo 34 cm, che può essere fissata fuori muro in posizione quasi «fluttuante» e non ha bisogno di ripiano.

 

Nuova creazione
I lavabi già noti, il lavabo a bacinella e la vasca sono completati da ulteriori dimensioni e varianti e da una classica superficie esterna liscia. A tale scopo Patricia Urquiola ha progettato mobili base con nobili verniciature metalliche come oro, rame e titanio, aggiungendovi anche una superficie in «Nero Marquina», una pietra calcarea nera con venature bianche. Questi colori e il severo design geometrico dei mobili mettono incisivamente in risalto la forma perfetta dei lavabi.

La multitalento

Patricia Urquiola progetta mobili, allestisce musei e negozi, arreda alberghi e affascina con le sue installazioni.

Le sue poltrone, i suoi divani e le sue sedie invitano immediatamente a sedersi, appoggiarsi e farsi abbracciare dalle imbottiture e dai cuscini: fin dalla prima occhiata esercitano una forza d'attrazione magica. Patricia Urquiola riscuote applausi incondizionati per il suo design moderno e femminile. Un semplice tavolo di vetro, un servizio di stoviglie in porcellana (Rosenthal) o in melamina (Kartell), un tappeto o una vasca da bagno: sempre ed ovunque si riconosce la sua firma anticonvenzionale che irradia simpatia e allegria. L'architetta dimostra un'incredibile creatività e conquista un riconoscimento internazionale dopo l'altro.

Foto 1: Sonar di Laufen, Foto: Oliver Helbig

Foto 2:: Patricia Uriquiola, Foto: Roger Decker